Seleziona una pagina

Che cos’è un virus?

 

Definire un virus è stata una sfida, perché ogni volta che troviamo una buona definizione qualcuno scopre un virus che infrange le regole. I virus sono entità che infettano la vita cellulare. Sono molto diversi. I più semplici hanno solo un paio di geni fatti di RNA o DNA avvolti in un rivestimento proteico. Altri hanno centinaia di geni, più di alcuni batteri.

Tutti i virus sono in definitiva parassiti. Richiedono un host per la replica. Non possono generare la propria energia come fanno le cellule.

Quando appare una nuova malattia da virus umano, è più spesso perché il virus è passato da una specie diversa all’uomo. I virus peggiori sono spesso quelli che recentemente sono saltati nella specie.

Dopo aver saltato specie, il virus passa attraverso un processo di adattamento al suo nuovo ospite. La vera sfida, tuttavia, è per l’host. Mentre cerca di capire come adattarsi a un’invasione da qualcosa di completamente nuovo, il sistema immunitario reagisce in modo esagerato. Questo è ciò che fa ammalare l’ospite. Di solito non è un vantaggio per il virus far ammalare le persone; è un incidente del sistema immunitario degli ospiti che reagisce in modo eccessivo a qualcosa che non riconosce.

I virus che sono stati in un host per lungo tempo hanno meno probabilità di causare malattie. Ad esempio, l’HIV è saltato nell’uomo da primati selvatici, nei cui corpi non causava alcuna malattia.

Ogni relazione virus-host è diversa. Nella maggior parte dei casi, i virus non causano alcuna malattia e molti sono utili. Ad esempio, nei topi un virus dell’herpes previene l’infezione de batteri della peste.

Se il virus proviene da un animale, sapere cos’è quell’animale può aiutare a spezzare la catena dell’infezione. Conoscere la fonte aiuta anche gli scienziati a comprendere le mutazioni che potrebbero essersi verificate nel genoma del virus. Questo perché l’host-jumping influisce sulla variazione del genoma di un virus. Quando un virus è rimasto nel suo ospite per lungo tempo, il genoma è messo a punto con quell’ospite e le mutazioni non sono tollerate.

Come funziona un virus?

Potresti non pensare che semplici virus possano prendere il controllo delle tue cellule complesse, ma lo fanno sempre. Questo è molto importante per i virus poiché non hanno i macchinari per fare copie di se stessi. Invece, inducono le tue cellule a diventare macchine per la produzione di virus per loro.

Il primo passo è entrare in una cella. I virus entrano nella cellula inducendola a pensare che sia qualcos’altro di cui la cellula ha bisogno. Sulla superficie cellulare, ci sono sensori chiamati recettori con forme che si adattano alla forma dei nutrienti. Quando un recettore corrispondente e un nutriente si bloccano insieme, la cellula li attira entrambi all’interno.

Un virus usa il camuffamento per ingannare la cellula. Le sue proteine ​​capside o recettoriali sembrano nutrienti di cui le cellule hanno bisogno. Quando il recettore del virus si lega al recettore cellulare, la cellula pensa che il virus sia un nutriente e lo attira. Ora la cellula è infetta!

Il secondo passo è creare più virus. Una volta dentro, il virus aggiunge il suo progetto di genoma alla cellula. La cellula non sa che il nuovo progetto proviene dal virus, quindi segue le istruzioni per creare parti di virus. Ora la cellula è diventata inconsapevolmente una fabbrica di virus. Le parti del virus si uniscono per creare virus completi che fuoriescono dalla cellula. Ogni nuovo virus può infettare un’altra cellula, ripetendo il ciclo di infezione.

I virus sono vivi?

I virus sembrano molto intelligenti per ingannare le cellule durante le infezioni, ma sono in realtà vivi? È difficile trovare una definizione per la vita, ma gli scienziati concordano su diverse caratteristiche che condividono tutti gli esseri viventi. Vediamo come si accumulano i virus.

In primo luogo, gli esseri viventi devono riprodursi. Sebbene i virus abbiano un genoma, devono seguire le macchine di altre cellule viventi per seguire le istruzioni del genoma del virus. Pertanto, i virus non possono riprodursi da soli.

Successivamente, tutti gli esseri viventi hanno il metabolismo . Metabolismo significa la capacità di raccogliere e usare energia. Le reazioni chimiche nelle tue cellule cambiano costantemente le molecole in forme di energia che possiamo usare. L’energia che usi per correre e saltare proviene dalla rottura di grandi molecole di cibo in pezzi più piccoli che possono essere utilizzati o immagazzinati nella cellula. I virus sono troppo piccoli e semplici per raccogliere o usare la propria energia: la rubano semplicemente dalle cellule che infettano. I virus hanno bisogno di energia solo quando fanno copie di se stessi e non hanno bisogno di alcuna energia quando si trovano all’esterno di una cellula.

Infine, gli esseri viventi mantengono l’omeostasi , il che significa che le condizioni all’interno del corpo sono stabili. Il tuo corpo suda per rinfrescarti e brividi per riscaldarti se la sua temperatura cambia da  37 ° C.

Milioni di regolazioni durante il giorno mantengono equilibrata la temperatura e le sostanze chimiche nel tuo corpo. I virus non hanno modo di controllare il loro ambiente interno e non mantengono la propria omeostasi.

Quindi, poiché i virus non possono riprodursi da soli e non hanno metabolismo o omeostasi, di solito non sono considerati vivi. Tuttavia, hanno un effetto enorme sugli esseri viventi durante le infezioni!

Pin It on Pinterest

Share This